Quelle <<sedute>> umoristiche nei filmini di Marcello Marchesi


Tra le tante rarità ritrovate all'omonimo festival bolognese ci sono anche i film amatoriali che Marcello Marchesi girò negli anni Cinquanta e Sessanta. Prolificissimo autore di sketch e battute, maestro insuperato dell'avanspettacolo, sceneggiatore e anche regista (quasi sempre in coppia con Metz) di film baciati dal successo (a cominciare da quelli con Totò), autore - si dice - di più di 4 mila Caroselli (da quelli del <<doppio brodo>> al <<brandy che crea un'atmosfera>> fino a <<con quel sorriso può dire ciò che vuole>>) Marchesi si <<impossessò>> nel dopoguerra di una cinepresa a 16mm che Dino De Laurentiis aveva comprato negli Usa ma che non sapeva usare e con quella iniziò a girare filmini privati e non ...