Marcello Marchesi, l'umorista ritrovato

QUALCUNO di lui disse: «Non è un uomo, è una miniera di trovate». Giusto. Perché Marcello Marchesi (per 40 anni sulla breccia ma non sempre valutato nella maniera dovuta forse anche per quel suo divertito rifiuto alle pose intellettualistiche) sapeva passare da un copione per Walter Chiari a uno sketch. radioffinico a uno slogan pubblicitario. Morì a 66 anni per 'una banale disgrazia' in vacanza nel 1978, dopo aver trasfuso il gusto per il non-senso e la battuta fulminante nelle sua attività di giornalista, sceneggiatore cinematografico, regista di riviste e di film, autore di libri. Una lezione alla Achille Campanile che non può e non deve andare dispersa. E così, mentre timidamente cominciano le ristampe di suoi libri ormai fuori catalogo, la Cineteca sta lavorando al recupero di una serie di filmati che costituiscono , una perfetta fotografia d'epoca. E stato il figlio Massimo, che per valorizzare l'attività del padre ha fondato un'associazione culturale, a segnalare alla Cineteca l'esistenza di 50 pizze di pellicole a 16 millimetri. Quella cinepresa l'aveva regalata al 'signore di .mezza età' Dino De Laurentiis e lui aveva iniziato a riprendere il dietro le quinte di programmi tv, spettacoli teatrali, Caroselli. Sì, perché Marcello Marchesi è stato autore di oltre 4mila Caroselli inventando slogan come 'Basta la parola', 'Il signore si che se ne intende', brandy che crea un'atmosfera' ...

Condividi su Facebook
Please reload

  • Facebook - Grey Circle
  • YouTube - Grey Circle